Blog

Relazioni di coppia: cosa fare quando vuoi di più dall’altro

Relazioni di coppia: cosa fare quando vuoi di più dall'altro
Coppia / Crescita personale

Relazioni di coppia: cosa fare quando vuoi di più dall’altro

Relazioni di coppia: cosa fare quando vuoi di più dall’altro?

Ho lavorato con molte coppie in procinto di sposarsi, e una delle idee che tornava più spesso era quella del matrimonio come un qualcosa che potesse cambiare profondamente la coppia stessa.

No, non intendo quegli uomini che non vedono l’ora del giorno del matrimonio per poter poi finalmente indossare il pigiama in casa…

La percezione è quella che il matrimonio possa elevare magicamente la relazione, migliorarla improvvisamente.

Ho uno scoop pazzesco: la relazione dopo il matrimonio rimane per gran parte la stessa! D’altra parte, se le tue strategie per risolvere i conflitti restano le stesse, se i tuoi pattern comunicativi sono gli stessi e se il tuo modo di vedere vita è lo stesso, perché mai sposarsi dovrebbe cambiare la coppia nel profondo?

Affinché la relazione possa sopravvivere, essa ha bisogno, nel tempo, di evolversi. 

I sassi rimangono immutati nel tempo. Gli organismi viventi no. 

E la coppia è a tutti gli effetti un ecosistema vivo e vegeto. O almeno si spera!

Cosa fare dunque? Cosa deve cambiare affinché la coppia possa continuare a evolversi nella giusta direzione? Nelle parole di Gottman – diciamo il “Messi” della psicologia di coppia – troviamo una possibile pista sulla quale riflettere: “Se non fai nulla per rendere migliore il tuo matrimonio e non fai nulla neanche per renderlo peggiore, il tuo matrimonio diventerà peggiore”.

Il punto di vista di Gottman, in altre parole, ci spinge ad assumerci la responsabilità dell’andamento positivo della relazione di coppia. 

Il che è da un lato è una fregatura!

Pensavi di metterti comodo sul divano a guardare la partita giocherellando con la fede nuziale…eh no!

Se non lavori costantemente per migliorare la tua relazione, avrai un ruolo da protagonista nella sua disfatta.

D’altra parte, il monito di Gottman è anche una bella storia, perché se accetti di avere la responsabilità dell’andamento della tua relazione sentimentale, allora hai anche un ottimo margine nell’imprimerle una direzione positiva.

Come scrivo da qualche parte nel libro l’Era del cuore: è solo quando accetti di avere una responsabilità nella creazione del problema, che puoi essere davvero in grado di fare la differenza nella sua risoluzione.

Ora: questo non significa che la colpa di tutti i problemi della relazione sentimentale sia tua. Non sei onnipotente e ovviamente l’altro avrà la sua parte di responsabilità nell’andamento della coppia. Non c’è da concentrarsi infatti sulle colpe, ma sulle soluzioni.

E il punto è che se c’è una soluzione al problema della coppia, la via più rapida e indolore per farla emergere non è di lamentarci di ciò che ha fatto o non fatto l’altro, ma concentrarsi su ciò che possiamo fare noi.

Insomma la coppia è come una pianta. 

Non basta comprarla da Viridea e metterla lì, sulla mensola, in attesa che fiorisca da sola.

Ogni giorno devi prendertene cura se non vuoi che muoia o se vorrai cogliere i suoi fiori.

Devi togliere le erbacce, aggiungere l’acqua, darle la giusta quantità di luce… 

Al netto del fatto che ogni pianta abbia proprie specifiche esigenze in termini di luce e acqua, è vero che ci sono dei concimi universali sempre utili a farla prosperare. L’amore è uno di questi. L’attenzione è figlia dell’amore. Come la premura o l’ascolto. 

Allora, nelle relazioni di coppia, quando vuoi di più dall’altro, prendi l’abitudine di chiederti: quale sforzo aggiuntivo posso fare oggi per rendere migliore il mio matrimonio?

Non servono robe faraoniche, talvolta è un piccolo sms ad aggiungere un +1 alla sua giornata, un’attenzione non scontata, un problema che gli risolvi inaspettatamente…

Sistemare quella porta che cigola da mesi o, magari, cucinargli il suo piatto preferito. O rinunciare al calcetto con gli amici per un’uscita romantica.

Ogni tanto saranno gesti rivolti al partner e ogni tanto rivolti a te, a migliorarti in quanto compagno o compagna. L’importante è cercare ogni giorno di aggiungere quel +1 alla vostra solidità.

 

Scopri come avere di più dalla relazione con il tuo partner, rinforzando la vostra complicità, con il mio videocorso “Coppia felice”. Un sistema pratico che vi permetterà di crescere e prosperare assieme, giorno dopo giorno: https://store.psicologo-milano.it/coppia-felice

Iscriviti qui al mio video corso gratuito sulla crescita personale: http://bit.ly/Crescita